Archivi Blog

Anziana tenta il suicidio, i carabinieri salvano lei e la sorella caduta per fermarla

L’ambulanza del 118 all’Ospedale “Moscati”

Sfiorata una tragedia in via Minniti. Ieri mattina, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della stazione Taranto Principale sono intervenuti dopo una telefonata al 112, riguardo alla presenza anomala di un’anziana affacciata ad un balcone all’ottavo piano di un palazzo all’angolo di via Minniti con via Japigia.

I carabinieri, giunti nel giro di pochi secondi, rendendosi conto della gravità della situazione e dell’emergenza in cui si sarebbe dovuto lavorare, dopo aver allertato il 118 e i Vigili del Fuoco, sono saliti all’ottavo piano e hanno tentato di sfondare la porta dell’appartamento. Purtroppo l’arduo tentativo non è andato a buon fine perché hanno trovato davanti una porta blindata. Quello che nel frattempo aggravava ancora più la situazione erano i lamenti di un’altra donna che si sentivano dietro la porta. All’interno dell’abitazione, infatti, oltre all’anziana aspirante suicida, c’era la sorella che per cercare di bloccare la coinquilina era caduta e non riusciva più ad alzarsi.

Non c’era tempo da perdere. I carabinieri sono entrati nell’appartamento accanto, collegato a quello interessato attraverso un balcone comunicante e, facendo ingresso nella stanza dalla quale si affaccia il balcone con la portafinestra spalancata, hanno bloccato l’81enne che continuava a passeggiare vicino alla ringhiera, sporgendosi con metà del corpo verso il vuoto.

Giunto il personale del 118, la donna è stata trasportata all’ospedale “Moscati” in cura presso il reparto di psichiatria, mentre la sorella terrorizzata è stata affidata alle cure della figlia giunta nel frattempo sul posto.

Annunci

Auto si ribalta nella notte sulla Statale 7, perdono la vita 2 giovanissimi tarantini, un terzo è ferito

La strada statale 7

Sangue nella notte sulle strade del tarantino. 2 giovani hanno perso la vita ed un altro è ricoverato in prognosi riservata al Santissima Annunziata per le gravissime lesioni riportate. L’incidente è avvenuto intorno alle 3 sulla strada statale 7 a San Giorgio Ionico all’altezza del distributore Q8. Non ce l’hanno fatta Marco Lospinuso di quasi 21 anni e Gianluca La Gioia di 19, il ragazzo ferito, invece, ha 18 anni. Tutti e tre abitavano nello stesso complesso residenziale alla periferia della città.

A guidare la Renault Clio era Marco Lospinuso. Secondo i primi accertamenti il veicolo sarebbe uscito fuori strada ribaltandosi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i vigili del fuoco i carabinieri di Martina Franca e quelli di San Giorgio Ionico.

Palagianello – Cade in gravina mentre gioca, 13enne è grave

È ricoverato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata ed è sotto stretta osservazione medica il ragazzino di 13 anni ricoverato d’urgenza ieri sera nel nosocomio ionico dopo essere caduto nella gravina di Palagianello. Il piccolo a causa delle lesioni riportate al torace e all’addome, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico e le sue condizioni sono gravi.

Il 13enne ieri sera stava giocando con dei suoi coetanei in contrada Parco Casale Nord nelle campagne di Palagianello  quando sarebbe scivolato nella gravina per circa 50 metri. Sul posto vigili del fuoco, 118 e carabinieri. I militari della stazione del paese stanno indagando per accertare eventuali responsabilità.

Inagibile la De Amicis a Massafra, bambini a casa

Paura e lezioni sospese alla scuola elementare “De Amicis” di Massafra. Da ieri, infatti, i vigili del fuoco di Taranto hanno dichiarato inagibile la struttura dopo il crollo, lunedì pomeriggio, della controsoffittatura avvenuto all’interno di un’aula posta al primo piano dell’edificio. Sul posto per i controlli e per accertare l’accaduto anche i carabinieri della Compagnia della cittadina. Fortunatamente non si sono registrati bimbi feriti, le lezioni al momento del crollo erano già finite da tempo. L’amministrazione comunale, intanto, ha disposto che i piccoli studenti vengano momentaneamente spostati in altri istituti scolastici.

Ieri mattina i genitori hanno espresso tutto il loro disappunto per l’accaduto, la struttura pare presentasse già da diverso tempo delle infiltrazioni d’acqua.

Auto incendiate a San Giorgio e Lizzano

Fiamme nella notte in provincia di Taranto, diverse auto sono andate distrutte a san Giorgio ionico ed una a Lizzano.

Era passata da poco la mezzanotte quando i malviventi hanno appiccato le fiamme ad alcune macchine parcheggiate in via Giorgione. L’incendio ha interessato anche una palazzina. Sul posto i carabinieri della stazione di San Giorgio ed i vigili del fuoco del distaccamento di Grottaglie che avrebbero trovato tracce di liquido infiammabile sul posto. Certa, quindi, la natura dolosa degli incendi.

A Lizzano, invece, le fiamme hanno distrutto una Opel Corsa parcheggiata in via Tasso. Sul posto, anche qui, i carabinieri ed i vigili del fuoco di Manduria. Nel corso delle indagini è emerso che l’auto, di proprietà di una ditta del posto, era stata rubata lo scorso mese di febbraio.