Archivi Blog

Anziana tenta il suicidio, i carabinieri salvano lei e la sorella caduta per fermarla

L’ambulanza del 118 all’Ospedale “Moscati”

Sfiorata una tragedia in via Minniti. Ieri mattina, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della stazione Taranto Principale sono intervenuti dopo una telefonata al 112, riguardo alla presenza anomala di un’anziana affacciata ad un balcone all’ottavo piano di un palazzo all’angolo di via Minniti con via Japigia.

I carabinieri, giunti nel giro di pochi secondi, rendendosi conto della gravità della situazione e dell’emergenza in cui si sarebbe dovuto lavorare, dopo aver allertato il 118 e i Vigili del Fuoco, sono saliti all’ottavo piano e hanno tentato di sfondare la porta dell’appartamento. Purtroppo l’arduo tentativo non è andato a buon fine perché hanno trovato davanti una porta blindata. Quello che nel frattempo aggravava ancora più la situazione erano i lamenti di un’altra donna che si sentivano dietro la porta. All’interno dell’abitazione, infatti, oltre all’anziana aspirante suicida, c’era la sorella che per cercare di bloccare la coinquilina era caduta e non riusciva più ad alzarsi.

Non c’era tempo da perdere. I carabinieri sono entrati nell’appartamento accanto, collegato a quello interessato attraverso un balcone comunicante e, facendo ingresso nella stanza dalla quale si affaccia il balcone con la portafinestra spalancata, hanno bloccato l’81enne che continuava a passeggiare vicino alla ringhiera, sporgendosi con metà del corpo verso il vuoto.

Giunto il personale del 118, la donna è stata trasportata all’ospedale “Moscati” in cura presso il reparto di psichiatria, mentre la sorella terrorizzata è stata affidata alle cure della figlia giunta nel frattempo sul posto.

Annunci

Fuga di gas a Massafra, i carabinieri salvano una anziana

Sono stati i vicini prima e i carabinieri poi a salvare un’anziana di 75 anni che aveva perso i sensi a causa di una fuga di gas all’interno del suo appartamento. L’episodio si è verificato domenica sera nel centro storico di Massafra. Ad allertare i militari del 112 i vicini di casa della donna allarmati dal forte odore di gas che proveniva proprio dall’abitazione dell’anziana.

Sul posto i carabinieri del Nor che, non avendo altre possibilità, sono entrati in casa abbattendo la porta.

Ad accoglierli un acre odore di gas. La 75enne era a terra, priva di sensi, con la schiena poggiata al muro ed il capo chinato in avanti. I carabinieri non si sono persi d’animo, hanno sollevato la donna portandola al sicuro fuori dall’appartamento. Sul posto anche un’ambulanza del 118.

La causa della fuga è stata determinata dalla rottura del tubo del gas.

L’intervento dei carabinieri ha scongiurato una catastrofe: tutte le abitazioni vicine infatti a quella della donna sono strettamente “collegate” tra di loro, separate da sottili pareti. Se ci fosse stata una esplosione con il successivo crollo delle pareti portanti, tutto il quartiere avrebbe corso gravissimi rischi.

Furto da 10mila euro a Castellaneta Marina, i carabinieri acciuffano tre ragazzini terribili

Il centro commerciale a Castellaneta Marina

Tre minori, un diciassettenne di Castellaneta Marina e due sedicenni di Castellaneta, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia della città di Valentino con l’accusa di furto aggravato. Il gruppetto è stato scoperto da una pattuglia dei militari mentre uscivano da un negozio di abbigliamento della marina di Castellaneta portando via diversi capi di abbigliamento. Gli accertamenti immediati hanno dato la possibilità ai militari di appurare che l’ingresso del  negozio era stato forzato ed i capi in possesso dei tre giovani ammontavano ad una cifra pari a 10mila euro. I minori sono stati  accompagnati al Centro di Prima Accoglienza di Taranto. La refurtiva è stata inventariata e restituita alla titolare derubata.