Archivi Blog

Macellaio aggredito a Palagiano, arrestati i presunti autori. Alla base del gesto rancori personali

Immagine di repertorio

All’alba i carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Massafra, guidati dal tenente Giuseppe Beltempo, hanno arrestato tra Palagiano e Mottola tre persone. Si tratta di Gregorio Mancini, 37enne di Mottola, Rocco Fronza, 26enne di Palagiano, entrambi vecchie conoscenze delle forze dell’ordine, e Michele Fuggiano, 25enne di Palagiano, incensurato.

Guarda il video dell’arresto http://youtu.be/osxU7cxCXao

Secondo gli investigatori i tre sarebbero responsabili di rapina aggravata e lesioni gravi ed aggravate, reati commessi, in concorso tra loro, il 14 agosto scorso ai danni di un macellaio 42enne di Palagiano. La vittima in quella occasione raccontò di essere stata aggredita, mentre era a bordo della sua auto, da alcuni sconosciuti che, armati di un bastone di metallo, lo avevano percosso selvaggiamente procurandogli un trauma cranico commotivo, ferite lacero contuse craniche, lussazione-frattura del gomito sinistro, contusioni multiple. Talmente gravi e ripetuti erano stati i colpi subiti che l’uomo era stato ricoverato in prognosi riservata. Durante l’aggressione, poi, i rapinatori gli avevano portato via 12mila euro in contanti, una collana in oro ed il cellulare.

Alla base dell’aggressione e della rapina, secondo gli investigatori, ci sarebbero dei rancori personali nutriti da uno degli aggressori nei confronti del malcapitato.

Le misure cautelari in carcere sono state emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Taranto Martino Rosati, su richiesta del Sostituto Procuratore Mariano Buccoliero.

LESIONI AGGRAVATE E TENTATA ESTORSIONE: ARRESTATO DALLA POLIZIA

Qualche giorno fa il36enne Vincenzo Marturano, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, avrebbe tentato di estorcere 10 euro ad un restauratore di mobili del borgo. L’artigiano avrebbe detto di no, e la risposta del 36enne non si è fatta attendere. Ieri pomeriggio, infatti, Marturano avrebbe aggredito con un coltello il restauratore ed un suo amico colpendoli alla nuca ed al braccio.
I due sono stati portati al pronto soccorso e medicati. I poliziotti, allertati da alcuni passanti, sono intervenuti nello stabile di via Duca di Genova in cui vive Marturano. Gli agenti hanno poi appreso che il 36enne aveva aggredito i due dopo l’episodio della tentata estorsione e che quel giorno, dopo il rifiuto dell’artigiano, uscendo dal laboratorio avrebbe sferrato alcuni calci a dei mobili presenti del locale, facendoli cadere per terra. Marturano è stato arrestato e messo ai domiciliari.

Palagianello – Cade in gravina mentre gioca, 13enne è grave

È ricoverato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata ed è sotto stretta osservazione medica il ragazzino di 13 anni ricoverato d’urgenza ieri sera nel nosocomio ionico dopo essere caduto nella gravina di Palagianello. Il piccolo a causa delle lesioni riportate al torace e all’addome, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico e le sue condizioni sono gravi.

Il 13enne ieri sera stava giocando con dei suoi coetanei in contrada Parco Casale Nord nelle campagne di Palagianello  quando sarebbe scivolato nella gravina per circa 50 metri. Sul posto vigili del fuoco, 118 e carabinieri. I militari della stazione del paese stanno indagando per accertare eventuali responsabilità.