Archivi Blog

Parenti serpenti ai Tamburi, ladro e complice rubano in casa dello zio e della cugina

20120908-211026.jpg

Ruba a casa dello zio facendo razzia di oro e altri oggetti. È accaduto al quartiere Tamburi dove all’alba due pattuglie di carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto del tenente Pietro Laghezza, durante i servizi di controllo del territorio, hanno notato la finestra di un appartamento al piano terra di uno stabile ai Tamburi con la grata in metallo divelta e il vetro rotto. Immaginando cosa potesse essere accaduto, i militari si sono fermati e hanno iniziato un cauto e attento sopralluogo. L’impressione era che all’interno ci fosse qualcuno e non erano certo i proprietari.
Infatti, sorpresa: entrando proprio dalla finestra rotta, il brigadiere si è trovato faccia a faccia con due giovani che, non pensando a tanto, hanno cercato di darsi alla fuga uscendo dalla porta d’ingresso. Ma anche lì c’erano pronti altri due carabinieri che li hanno bloccati.
Da una perquisizione immediata fatta sul posto, sono stati rinvenuti vari monili in oro di piccole dimensioni che i pregiudicati avevano già nascosto nelle tasche dei pantaloni, mentre in due borsoni avevano preparato gli oggetti da portare via. I ladri sono Ivan Golluscio, 25enne, e Marco Mascaretti, 19enne, entrambi già noti alle forze dell’ordine.
In mattinata, poi, in caserma si è presentata anche la cugina di uno degli arrestati per denunciare il furto nella propria abitazione. Anche in questo caso ad agire sarebbe stato il cugino.
I due topi d’appartamento sono stati arrestati e portati in carcere

I carabinieri di Verbania intitolano una piazza al grottagliese angelo Spagnulo, morto durante la rapina a Monteiasi nel 2005

La cittadina di Verbania non dimentica il suo carabiniere scelto Angelo Spagnulo, nato a Grottaglie nel 1980 e morto a Monteiasi il 24 settembre 2005 durante la tristemente nota rapina al distributore di carburanti.

Martedì 8 maggio, infatti, verrà intitolata al militare morto la piazza antistante il Comando provinciale Carabinieri. Spagnulo, medaglia d’oro al valor civile alla memoria, prestava servizio presso il Nucleo Comando della Compagnia di Verbania.

Il carabiniere venne raggiunto al collo e al capo da colpi di un fucile da caccia durante la rapina alla periferia di Monteiasi. Spagnulo era in convalescenza dopo un intervento per la riduzione di una frattura alla gamba e aveva approfittato per tornare a casa.

Il 25enne quella sera era passato a salutare i cugini e lo zio gestori della stazione di servizio sulla provinciale per Montemesola, quando si era trovato davanti tre rapinatori col volto coperto da passamontagna e armati di fucili calibro 36 a canna lunga. I malviventi erano entrati nel bar dalla strada rurale sul retro del distributore. Uno dei tre, innervosito dal denaro presente in cassa, solo 150 euro, aprì il fuoco contro Angelo che si era gettato a difesa della cugina.