Soddisfazione per la visita di Ciolos e Catania a Cantine Due Palme Catania: questo è un modello di competenza e di organizzazione

il ministro Mario Catania, il commissario europeo Dacian Ciolos, Angelo Maci e l'assessore Stefano

il ministro Mario Catania, il commissario europeo Dacian Ciolos, Angelo Maci e l’assessore Stefano

(Fonte: comunicato stampa)
«Questa azienda è un modello di competenza e di organizzazione» con questi termini si è espresso il ministro alle Politiche Agricole Mario Catania assumendo il ruolo di accompagnatore attraverso i nuovi locali dell’azienda cooperativa Cantine Due Palme al fianco del commissario europeo all’Agricoltura Dacian Cilos. Una struttura che Catania aveva avuto modo di visitare in occasione dell’inaugurazione della nuova area realizzata grazie ai fondi dei Pif, Progetti integrati di filiera, con cui a Cellino, nell’azienda guidata da Angelo Maci, stanno per essere installati macchinari che consentiranno l’imbottigliamento di 11mila pezzi all’ora con un notevole incremento e con la conseguente velocizzazione della produzione.
Una visita che si è svolta nei toni della cordialità e della soddisfazione perchè «è un orgoglio essere una cooperativa che è la prima per forma societaria e la quarta rispetto al totale per la sua capacità di intercettare e spendere fondi comunitari» ha spiegato Maci al commissario Ciolos.

La Puglia del vino oggi vanta numeri di grande rilievo e la visita del commissario europeo, nonché il ritorno del ministro Catania a distanza di poche settimane, testimoniano il nuovo e importante appeal che la filiera del vino e dell’olio stanno acquisendo.

«Tre anni fa – ha detto l’assessore regionale Dario Stefàno – si imbottigliava solo il 24% del raccolto in qualità e il restante 80% veniva smistato nei canali italiani. Oggi abbiamo l’orgoglio di aver invertito questo trend e abbiamo raggiunto il 42% di imbottigliamento di vino di qualità e per la prima volta un nostro primitivo si è classificato come miglior vino d’Italia».

La visita a Cantine Due Palme è stata un fuoriprogramma voluto espressamente dal commissario europeo che già in occasione dello scorso Vinitaly era stato colpito positivamente dall’immagine dell’azienda di Cellino san Marco che ha voluto visitare personalmente cogliendo l’occasione della sua presenza nell’ambito della sesta conferenza economica della Cia svoltasi ieri mattina a Lecce.

Con il commissario Ciolos, il ministro Catania e l’assessore regionale Dario Stefàno, c’era anche Paolo De Castro, presidente della commissione agricoltura e sviluppo rurale del parlamento europeo

Annunci

Pubblicato il 29 giugno 2012 su Economia. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: