Maxi sequestro al re del contrabbando, sotto chiave al quartiere Tamburi beni per quasi un milione di euro

Era considerato il “re del contrabbando” nel capoluogo ionico. Una carriera di tutto rispetto, l’uomo gestiva negli anni ’90 quasi totalmente il traffico delle bionde in Puglia per la provincia di Taranto. Un’attività che gli avrebbe permesso di metter su, al quartiere Tamburi, un impero gestito da moglie e figli: due circoli ricreativi “Juve club”, un minimarket, 3 appartamenti, 4 locali in affitto a commercianti, 4 auto (una Mercedes Slk, una Smart, una Mini Cooper e una Lancia Y), due moto e, ancora, due bar, aperti dopo aver scontato una pena di 9 mesi in carcere.

Ieri però tutti i beni riconducibili a Giuseppe Peluso, 53enne tarantino, sono stati sequestrati dagli uomini dei Baschi Verdi della Guardia di Finanza ionica. Ad essere ora saranno i conti bancari dell’uomo. Il valore complessivo del sequestro dovrebbe aggirarsi intorno al milione di euro.

A far scattare le indagini delle fiamme gialle la sproporzione tra i redditi dichiarati e le reali possibilità economiche di Peluso e della sua famiglia. Quello del 53enne è un curriculum criminale lungo 30 anni, fatto di reati legati al contrabbando, anche di tipo associativo, commessi a partire dal 1977 fino all’ultima condanna nel 2010.

La sua “passione” per le bionde non è stata smentita dal sequestro in questione. Nei circoli ricreativi, infatti, i militari hanno trovato e sequestrato ben 4 chili di sigarette e, ancora, 500 pezzi tra dvd, cd e giochi per X-box e Playstation contraffatti. Sotto chiave sono finiti anche 22 apparecchi videopoker illegali. L’uomo aveva addirittura studiato un ingegnoso meccanismo che permette di trasformare le videate. Bastava infatti passare una cento lire sul monitor per veder sparire il gioco legale e apparire il poker vietato. L’operazione della finanza, oltre al maxi sequestro, è costata al 53enne anche una sanzione da 120mila euro.

Annunci

Pubblicato il 9 giugno 2012, in Cronaca con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: