Festa dei Carabinieri diminuiscono i reati, le istituzioni da sempre vicine al cittadino

20120606-110007.jpg

Il ricordo delle vittime del terremoto dell’Emilia e di Melissa, la ragazzina di Mesagne che ha perso la vita nella strage di Brindisi. Si è aperta così a Taranto la cerimonia per i 198 anni della fondazione dell’arma dei Carabinieri.
Ultimo baluardo dello Stato in quasi tutti i comuni d’Italia, l’arma con le sue stazioni è presente ovunque. Sono proprio le 29 Stazioni presenti sul territorio della provincia jonica che assicurano un immediato contatto con il cittadino.
L’attività d’indagine, tra le tante finalità istituzionali, nel contrasto alla criminalità ha prodotto soluzioni immediate ai delitti più gravi che hanno colpito Taranto e provincia: “delitti per i quali sono state versate lacrime delle quali ne conosciamo il sapore” ha detto il Comandante Provinciale, il colonnello Daniele Sirimarco, nel suo discorso.
Ma oltre alla ricorrenza è importante guardare anche i dati relativi al territorio ionico. Sono diminuiti, infatti, i reati più significativi contro il patrimonio. 45221 nel 2011 i servizi esterni e 426mila le ore di lavoro prestato. Le persone arrestate nel corso dell’anno appena trascorso sono state oltre 700, mentre quasi 2.600 quelle denunciate in stato di libertà.
Consegnati nel corso della manifestazione alcuni riconoscimenti ai militari che si sono distinti nel corso delle operazioni.
Durante il suo discorso il comandante provinciale ha ringraziato e salutato la famiglia di Francesco Malcore, la guardia giurata uccisa a dicembre scorso nel corso della rapina al furgone portavalori ai Tamburi.
«La dignità e la compostezza con cui affrontano il dolore causato dall’efferato gesto che li ha ingiustamente feriti- ha detto il colonnello Sirimarco – ha trovato noi carabinieri e tutta la popolazione tarantina uniti nella risposta delle istituzioni che è stata puntuale, decisa, efficace e rappresentativa della comune indignazione nei confronti di atti vili e disumani che offendono il diritto alla civile convivenza».

Annunci

Pubblicato il 6 giugno 2012, in Cronaca, Provincia con tag , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: